Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
La Mia Londra

La Mia Londra "di Raphael"

16 Novembre 2014 , Scritto da Flavia Zarba

La Mia Londra "di Raphael"

Ecco un nuovo arrivato a Londra!!!

Stasera la Mia Londra.over-blog ha intervistato Raphal per capire come si sente un giovane ragazzo, studente e lavoratore, appena trasferitosi e quali sono le sue aspettative.

Nome: Raphael

Anni: 23 anni

Professione: studente/lavoratore.

Cosa ti piace di Londra?

Di Londra mi piace il fatto che è una città in cui trovi e puoi fare tutto.

Solo un esempio: Se anche l'avessi cercato.. Avrei mai trovato in Italia gruppi (o come li chiamano qui meetup) sulla meditazione accompagnata dalla degustazione di particolari birre aromatiche? Beh, qui l'ho fatto.

Alicia Keys nella canzone "New York" cantava "There's nothing you can't do" ovvero non c'è niente che tu non possa fare. Lo stesso discorso vale per Londra

Cosa non ti piace?

Di Londra non mi piace il fatto che essendo una grande città c'è tanta, forse troppa, gente.

Tutti di fretta,nessuno ti guarda in faccia e a volte ti chiedi: "Sono un numero o una persona?"

Perchè la scelta di Londra? Ho scelto di trasferirmi qui per il più banale dei motivi: imparare l'inglese. Questo mi servirà qualsiasi cosa voglia fare nella vita. A Londra se sei europeo non serve il visto, puoi lavorare, aprire un conto corrente tranquillamente.

La tua Storia: Una volta laureatomi, volevo conoscere un pò più il mondo ed uscire dalla quotidianità.

Quante volte ho parlato con i miei amici: "Allora ci facciamo un'esperienza a Londra?" e loro: "Si dai sarebbe bellissimo, dai che ci organizziamo!". Ma poi erano solo parole al vento. Così ho deciso di partire da solo.

29 Euro è stato il costo del mio volo Milano- Londra Stansted. Arrivato a Londra ho alloggiato in un ostello, carino, centrale ma molto affollato.

Li ho avuto modo di conoscere tanti giovani che "scappavano" dal loro paese per cercare lavoro, chi per sempre chi solo per esperienza. Tanti spagnoli, tanti italiani.

Mi ricorderò sempre l'aria carica di aspettative e paure in quell'ostello. Poi ho cercato casa, quartiere di Stratford, quello dove nel 2012 c'erano le olimpiadi. Casa condivisa, niente italiani, così parlo solo inglese. Adesso lavoro alla reception di un centro estetico, così imparo la lingua e mi pago le spese.

Cosa ti manca dell'Italia? Dell'Italia mi manca il cibo (e ti pareva!!) ed in generale l'atmosfera. E' un qualcosa che non si riesce a spiegare, ma quando sei fuori dall'Italia ti manca un pò quell'aria di casa. Sarà la lingua, il modo di comportarsi della gente. Parlavo di questo con una ragazza romana emigrata anche lei e mi diceva "Non so che è, ma pure quando vai a fà la spesa te ne accorgi"

Tornerai? Non sono venuto qui con l'intenzione di rimanere per sempre, ma filosoficamente si può dire "Nella vita non si sa mai"

Condividi post

Repost 0

Commenta il post

Gennaro 12/19/2014 19:25

Ue Napoli fatti una vita

Luca 11/21/2014 19:42

Chi e' sto goloide?

Jack 11/21/2014 19:41

What means goloide?

Luca 11/21/2014 19:40

Chi e' sto goloide?

michele 11/17/2014 18:33

Favolosi articoli